In Lettura: Jossel Wassermann torna a casa

È  il primo libro che leggo di Hilsenrath, che ammetto di non conoscere.

Ne ho letto circa 80 pagine e sembra interessante, anche se in alcuni punti un po’ lento, ma giudicheremo alla fine 🙂

INCIPIT: “Era nevicato per tutta la notte, ma il mattino presto, quando gli ebrei della shtetl si recarono alla stazione con i loro fagotti e le loro valigie, le nubi si diradarono e sopra la stazione si aprì uno squarcio di cielo azzurro pallido, ma perfettamente limpido. Il buon Dio, lassù, si era aperto uno spioncino tra le nuvole per vedere ancora una volta gli ultimi ebrei, prima che se ne andassero. Forse Dio voleva vedere per l’ultima volta anche la shtetl, perché non sarebbe più stata la stessa.”

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...